Superluna – Dolomiti – Trentino

super-luna-1000px-by-guerrini-stefano

Clicca sull’immagine per ingrandirla!

Oggi accadrà un evento astronomico particolare chiamato in maniera poco scientifica ma molto colorita “Super Luna”!  La Luna si troverà nel suo punto più vicino alla Terra (perigeo) in corrispondenza della fase di Luna piena! Le due caratteristiche messe insieme porteranno ad avere il nostro satellite con una dimensione apparente più grande del solito proprio in corrispondenza del momento di sua massima luminosità. Una coincidenza che non si verificava da 68 anni e che si ripeterà fra 18 anni!

Siamo in Trentino nei pressi del passo Rolle! Sulla destra una delle vette più fotografate della regione, il Cimon della Pala. Soprannominato anche il Cervino del Trentino per via della sua particolare conformazione che ricorda proprio quella del massiccio valdostano!
La prospettiva di questa immagine inganna, il Cimon della Pala non è la cima più alta delle Pale di San Martino. Infatti arriva a 3184 metri. La cima subito a sinistra, ovvero cima Vezzana, raggiunge i 3192m. Terza in ordine di altezza, sulla sinistra, cima Bureloni (3130m).

Nel momento in cui è sorta la Luna da dietro cima Bureloni io ero di spalle e stavo sistemando il mio zaino, è stato come se qualcuno avesse acceso un faro dietro di me! La mia ombra ha coperto lo zaino e si è allungata sul terreno coperto di neve! La vista della Luna così luminosa e grande è stato un momento emozionante! Questa immagine è stata scattata circa 42 ore prima dell’evento di “Super Luna” che cadrà esattamente alle 12:24 di oggi lunedì 14 novembre 2016, ma poco cambia per dimensioni e luminosità del nostro satellite!

Come arrivare: questa immagine è stata presa sulla strada che porta alla Baita Segantini. Ci sono due salite principali per arrivarci: dal passo Rolle e dalla val Venegia. Nel mio caso ho preferito salire dal passo Rolle, fra le due è la salita più comoda e rapida. Arrivati in prossimità del passo si può parcheggiare la macchina in uno dei piazzali adibiti a parcheggio e seguire la segnaletica per Capanna Cervino – Baita Segantini. Il percorso da fare a piedi è molto breve (circa 40minuti) e pianeggiante, il dislivello è di circa 200m. La salita da questo versante permette di avere degli scorci molto belli perché il Cimon della Pala è sempre visibile durante il percorso di avvicinamento.

percorso
@OpenStreetMaps

Spunti e suggerimenti fotografici: la Luna va fotografata con un minimo di organizzazione se volete uno scatto da copertina! Dovrete conoscere esattamente il punto e l’ora in cui sorgerà e organizzarvi per inquadrarla mentre viene a sovrapporsi ad un edificio o ad un paesaggio tipico della vostra zona. Solo così potrete, con la vostra foto, rendere l’idea di quanto quella notte la Luna fosse grande! Per fare questo ci sono disponibili vari software che vi aiuteranno a calcolare la posizione della Luna in base alla vostra posizione sulla carta geografica. I tempi d’esposizione con diaframma f/4 saranno indicativamente di circa 1/200 sec ad iso 100. Se vorrete però esporre sia ciò che vi sta attorno sia la stessa Luna non avrete altra soluzione che fare una doppia esposizione. Dovrete essere veloci perché la Luna corre letteralmente nel cielo, soprattutto vista attraverso un teleobiettivo. Non serviranno lunghezze focali da telescopio. In questi casi l’utilizzo di una reflex con sensore APS-C è l’ideale, infatti la lunghezza focale del vostro obiettivo sarà moltiplicata per 1.6. Un 300mm con un moltiplicatore di focale 1.4x vi permetterà quindi di avere un equivalente di ben 672mm con sensore APS-C, sufficienti per avere una dimensione della Luna tale da vedere e distinguere i crateri.

Non sottovalutate il meteo della vostra zona! In caso di brutto tempo, evento rinviato! In questo caso dovrete aspettare 18 anni!! Vi suggerisco di pensare di programmare la vostra uscita fotografica, in base a meteo ed impegni, da un paio di giorni prima a un paio di giorni dopo l’esatto momento di Luna piena! Ovviamente il meglio si otterrà proprio nel momento calcolato a livello astronomico, ma poco importa se questo significa non portare a casa lo scatto causa maltempo o impegni vari!

Nel mio scatto ho voluto dare enfasi alla luce della Luna che illuminava quasi a giorno lo splendido paesaggio in cui mi trovavo! Ho utilizzato una lunghezza focale di 33mm per inquadrare tutte e tre le cime più alte di fronte a me.

Per quanto riguarda il luogo, inutile sottolineare che sarete letteralmente rapiti dalla massiccia presenza del Cimon della Pala, quindi è inevitabile pensare che sarà presente nella maggior parte delle foto che farete.

Interessante durante le giornate più limpide e umide fotografare di giorno le nubi che condensano sopra e attorno alla cima, si formerà la classica nube orografica che il vento tenderà a dissolvere.

Durante invece uno scatto notturno come questo, la cosa più difficile è riuscire a creare una composizione interessante.

linee-guidaHo cercato di usare i pendii delle Pale di San Martino come linee guida nella mia immagine. Per ottenere questo ho dovuto fare degli scatti di prova per capire esattamente quale fosse la mia inquadratura. Comporre l’immagine dall’oculare in questi casi è difficile visto che la Luna abbaglia e rende difficoltoso vedere il paesaggio circostante ad occhio nudo.

Uno dei problemi principali che affligge i sensori delle reflex attuali con le lunghe esposizioni notturne è il rumore cromatico. Soprattutto nelle zone d’ombra si creano infatti degli aloni di colore viola/verde:

rumore-cromatico-1I filtri noiseless vengono utilizzati anche per questo problema ma agiscono in maniera troppo distruttiva sull’immagine spappolando i dettagli della vostra foto e rovinando i colori delle zone più illuminate.

La tecnica che io utilizzo non prevede l’uso di tali filtri e restituisce un’immagine pulita dal rumore cromatico senza intaccare i micro dettagli e il contrasto dell’immagine:

rumore-cromatico-2

Se vuoi conoscere di più sulle tecniche utilizzate per questo scatto o vuoi consigli su come ottimizzare le tue immagini o semplicemente vuoi visitare la zona qui fotografata, scrivimi a info@guerrinistefano.com

L’immagine è stata ridotta a 1000px verticali ma è disponibile anche in alta risoluzione per la stampa. Ogni riproduzione totale o parziale con qualsiasi mezzo senza consenso è vietata e sarà perseguita a norma di legge.

H o m e

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s